Torna il Running Day


2020. Un anno da dimenticare, un anno senza gare, un anno senza Running Day.
I runner saronnesi hanno sofferto, hanno aspettato, hanno tenuto duro, hanno sperato. Privati della principale competizione cittadina di corsa su strada, un appuntamento fisso, irrinunciabile, atteso, preparato, sfidato, amato ed odiato, ma vissuto sempre con tanta passione e spirito competitivo.
Se in tempi pre-pandemici erano numerosi i runner convinti, quelli che non possono più rinunciare a quel benefico appagamento euforico che cominciano a provare già allacciandosi le scarpette ai piedi, ora sono ancora di più gli atleti e i “quasi” atleti che non vedono l’ora di scatenare i propri muscoli sulle strade cittadine.

Gli allenamenti non si sono fermati, si è corso in casa, in garage, in giardino, nel quartiere e poi appena è stato possibile, nei parchi. Per tenere il fiato e completare il giro dell’isolato; perché è fondamentale mantenersi in forma; perché si deve sbriciolare il muro del trentacinquesimo chilometro e volare al traguardo della maratona, pandemia si o pandemia no.

Il 12 giugno a Saronno si torna a correre una 10 km, competitiva per tornare alla normalità.

Purtroppo non ci potrà ancore svolgere la corsa dei bambini né quella non competitiva; le aspetteremo ancora un altro anno. Intanto godiamoci una Saronno che torna a trasformarsi in un tracciato di gara di Campionato Regionale. In bocca al lupo a tutti gli atleti e ….

BUON RUNNING DAY A TUTTI!


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: